News

Spreafico raddoppia

Dopo un 2016 costellato da successi, che ha visto un incremento di ordini e fatturato, l’azienda lecchese si prepara alle sfide del futuro ampliando e diversificando le proprie attività. Nei prossimi mesi, verranno infatti creati due diversi brand: Spreafico Automation, che continuerà ad occuparsi della progettazione e della commercializzazione di macchine automatiche per il riempimento di caffè e solubili e Spreafico Meccanica, specializzato nella produzione di componenti meccanici di precisione per il settore automazione. Entrambi i brand, faranno capo alla proprietà dell’azienda e lavoreranno a stretto contatto per fornire un servizio sempre più efficiente al cliente.


Bilanci e prospettive

Si è chiuso alla grande il 2016 di Spreafico: un anno che ha visto una vera e propria pioggia di ordini da parte di realtà nazionali e internazionali, con linee consegnate ai quattro angoli del globo e macchine sempre più performanti e flessibili. All’atto pratico, tutto questo ha significato per l’azienda lombarda un incremento di oltre il 30% del fatturato e un importante ampliamento dello staff, che oggi conta una quarantina tra progettisti e tecnici, oltre a una forza commerciale sempre più efficiente e impegnata a 360° sul mercato globale. Forte del riconoscimento da parte del mercato, l’azienda ha deciso di operare non solo per seguirne ma per anticiparne le evoluzioni, dotandosi di una forma che ne consenta di massimizzare tempi e know how, aumentando l’efficienza. Ecco perché, dopo la creazione, nel 2016, di un team interno dedicato nello specifico alla ricerca e allo sviluppo, Spreafico ha deciso di “sdoppiare” le proprie attività, dotandosi di nuovi spazi e di una nuova struttura.

 

Due brand, una sola anima

A partire dalla metà dell’anno, l’attuale Headquarters verrà trasferito all’interno di un nuovo sito, dove sotto al brand “Spreafico Automation” continueranno le attività di progettazione, costruzione e allestimento di macchine e linee complete per il riempimento di caffè e solubili in capsula. Da una costola di Spreafico Automazione nascerà “Spreafico Meccanica”, divisione dedicata nello specifico alla costruzione di componenti meccanici di precisione, che continuerà ad operare presso gli attuali stabilimenti lavorando prevalentemente a servizio della “sorella maggiore”, ma non solo: le competenze accumulate in oltre 40 anni di attività, assieme all’attuale struttura operativa, che può contare su un ampio corredo di macchine utensili e su metodologie produttive all’avanguardia, consentiranno infatti all’azienda di operare in appoggio a differenti realtà del settore metalmeccanico. 

 

L’innovazione a servizio del mercato

Proseguono inoltre gli sforzi dell’azienda lombarda per ampliare il proprio portafoglio, che entro fine anno verrà arricchito con macchine in grado di coprire a 360° il mercato, in allestimenti che andranno dalle due alle dodici piste. Come da tradizione, le macchine saranno configurabili con specifici sistemi in grado di aumentarne la flessibilità e il livello di customizzazione, per andare incontro alle specifiche esigenze del cliente. Tra l’altro, Spreafico è oggi in grado di fornire non solo macchine per il riempimento e sigillatura, ma anche impianti per il solo allestimento della capsula, che sono in grado di sovrintendere alla funzione di inserimento della carta filtro all’interno della stessa. Più in generale, continua il lavoro di affinamento delle attuali tecnologie, volto a fornire soluzioni sempre più efficienti, sia in termini di performance di linea che di trattamento del prodotto. A tal proposito, l’azienda ha recentemente strutturato una partnership col politecnico di Milano, per effettuare studi approfonditi sul comportamento dei materiali termoplastici impiegati in differenti condizioni produttive. Ultimo ma non ultimo, l’impegno fieristico, che vedrà lo staff commerciale dell’azienda presso i principali eventi di settore, con la fiera Host di Milano a coronamento di un anno che si preannuncia particolarmente intenso.